CARNEVALE ROMANO 2013 Cavalli Spagnoli all’evento

Lunedi 14 gennaio presso il Teatro dell’Opera di Roma si è tenuta la conferenza stampa di presentazione del Carnevale Romano, sono intervenuti.: il sindaco di Roma Gianni Alemanno, Dino Gasperini Assessore alle Politiche Culturali e Centro Storico di Roma Capitale, Antonio Gazzellone, Delegato al Turismo di Roma Capitale, Catello De Martino, sovrintendente del Teatro dell’Opera di Roma, Leonardo Petrillo, Direttore Artistico, Marco Lepre, Coordinatore organizzativo eventi equestri Carnevale Romano. Ha aperto il dibattito Federico Mollicone Presidente del Comitato per il Carnevale Romno spiegando come con tutte le difficoltà del momento socio economico ci sarà la quinta edizione del Carnevale Romano. Si è lavorato in prospettiva per gli eventi futuri stringendo alleanze  con altri comuni. E in rappresentanza delle Città gemellate sono intervenuti: Josè Antonio Nieto Ballesteros Sindaco di Cordoba, Francesco Ciarlantini sindaco del comune  di Blera, Alessandro Santini, Presidente della Fondazione Carnevale di Viareggio, Maria Antonia Rita Cucuzza Vice sindaco del comune di Fano, Thierry Roche, Direttore delegato di Marseille- Provence 2013. Per quanto riguarda lo spettacolo equestre ci sarà la presenza di oltre 100 cavalli nelle vie di Roma partendo da Via del Corso per arrivare a Piazza del Popolo. In questa splendida Piazza verrà il  campo  dove come ogni anno verrà prodotto uno  spettacolo di arte equestre diretto da Umberto Scotti, con artisti Italiani e stranieri.  Il Carnevale Romano è realizzato in collaborazione con: Teatro dell’Opera di Roma, Teatro di Roma, Provincia di Roma, Biblioteche di Roma, Federalberghi Roma. Quest’anno il Carnevale ha un testimonial d’eccezione nell’attore Alessandro Benvenuti, che sarà presente in molte attività culturali della manifestazione una tra queste sarà il narratore nello spettacolo equestre ” I Cavalli di Roma”. Un altra novità tra le tante citate sarà la presenza dei cavalli lipizzani del centro di ricerca di Tor Mancina, l’unico allevamento al mondo di cavalli della prestigiosa razza Lipizzana Classica, la stessa usata dall’Impero asburgico d’Ausria fino al 1918. Il  giorno 11 febbraio alle ore 15,00  Roberto Bruno Presidente Dell’Associacion de alta Escuela Espanola en Italia parlerà delle origini dell’arte equestre rinascimentale quando, dalla reggia di Napoli aragonese iniziarono questa arte trasferita poi in tutta Europa. Noi avremo modo di vedere in questo carnevale i jinete di Cordoba equestre invitati e i cavalieri dell’AAEE. Per chi è interessato a questo argomento nei  giorni 4,5,6,7 e 8 dalle ore 15,00 si svolgeranno i pomeriggi di Arte Equestre a cura di Maria Baleri e Riccardo Di Giovanni , che racconteranno i movimenti richiesti ai cavalli un tempo  per motivi di guerra, oggi divenuti movimenti armonici di spettacolo. Insomma molte cose da vedere per un carnevale arte equestre e commedia dell’arte un mix veramente interessante da vedere con tutti gli artisti di strada che interverranno come negli anni passati. Il 12 Febbraio vedrà protagonista dalle 16,30 il 4° reggimento Carabinieri a cavallo con un saggio di equitazione militare appositamente creato per l’arena di Piazza del Popolo. Si chiuderà la serata con i fuochi Barocchi che daranno un arrivederci al prossimo anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *